Crea sito

Serenada a Castel Toblin

Serenada a Castel Toblin TTB – SCB

Musica, parole e armonizzazione: Luigi Pigarelli.

Serenada a Castel Toblin
Serenada a Castel Toblin

Storia del canto:

Pur avendo il sapore del puro canto popolare ambientato sul lago di Toblino nella Valle dei Laghi in Trentino, in realtà è stato composto nel giugno 1926 da Luigi Pigarelli che lo presentò ad un concorso, vincendolo.

Curiosità:

Sullo spartito originale, pubblicato nei libri del coro della SAT, il testo del secondo ritornello recita “ti, co’ la testa bionda sul me cor” senza la parola “postada” (“appoggiata” in trentino). Probabilmente l’intenzione originale dell’autore era di far ripetere la parola “bionda” così come nel primo ritornello vengono ripetute due volte “le pene” ma tutte le esecuzioni del brano (almeno quelle a me note), prime tra tutte quelle del coro della SAT, per il quale Luigi Pigarelli ha armonizzato 94 canti, hanno sempre contenuto la famosa parola “postada” che raramente appare nelle pubblicazioni del testo pur venendo cantata da tutti i cori.

Probabilmente la parola è stata aggiunta nel corso delle prime prove del canto ma mai ufficializzata, tant’è che tuttora nelle pubblicazioni del coro della SAT viene cantata ma mai scritta (chissà se alla SAT di Trento c’è qualche notizia più certa in merito).

Se hai altre notizie scrivi un commento in fondo a questa pagina.

Nel testo e negli spartiti di studio qui pubblicati la parola “postada“, sempre cantata, è presente.

Testo del canto:

Strofa 1:

Ride la luna ciara sora Castel Toblin,
mi ‘ncordo la chitara, ti ‘ncorda ‘l mandolin
e nente ‘n barca.

Dal vento, senza remo, ne lasserem portar
e alegri canteremo fazendo risonar
la val del Sarca.

Ritornello 1:

E quando ‘n mez al lac la melodia
passerà ‘n sol minor,
mi te dirò le pene, le pene del me cor,
mi te dirò le pene, le pene del me cor
e ti te me dirai che te se mia.

Strofa 2:

Tornadi su la riva, felize te ofrirò
en ramoscel de oliva e po’ te baserò
la boca bela.

E taserem; ma alora en coro de ciciòi
saluderà quel’ora e passerà su noi
l’ultima stéla.

Ritornello 2:

E quando al primo sol la melodia
tornerà ‘n mi magior,
ti, co’ la testa bionda postada sul me cor,
ti, co’ la testa bionda postada sul me cor,
te me farai sentir che te se mia.

Scarica gli spartiti:

Serenada_a_Castel_Toblin_TTB.mscz

Serenada_a_Castel_Toblin_TTB.mxl

Serenada_a_Castel_Toblin_TTB.pdf

Serenada_a_Castel_Toblin_TTB_(originale_compatto_da_coristiliberi).pdf

Per i cori a voci miste Spartiticorali suggerisce il seguente spartito la cui tonalità è stata riadattata appositamente, senza cambiare l’armonizzazione.

Serenada_a_Castel_Toblin_SCB_(adattamento_spartiticorali).mscz

Serenada_a_Castel_Toblin_SCB_(adattamento_spartiticorali).mxl

Serenada_a_Castel_Toblin_SCB_(adattamento_spartiticorali).pdf

Risorse aggiuntive:

Di seguito un video di una delle tante magistrali interpretazioni del Coro della SAT.

Pubblicato da spartiticorali

Amministratore Spartiticorali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti